• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Associazione Un po' di storia

Un po' di storia

E-mail Stampa PDF

L’Associazione Ovidio nasce nel luglio del 2003 a Torino e da giugno 2005 ha trasferito la propria sede legale a Chieri e si colloca fra le più attive Associazioni Romene presenti sul territorio.


L’attività dell’Associazione Ovidio ha portato sul territorio chierese e piemontese, gruppi di assoluta eccellenza nel panorama artistico romeno. Tra questi ricordiamo:

 

  • il gruppo folcloristico „Datina” di Cluj (luglio 2005),
  •  la partecipazione al „Festival internazionale del teatro di Strada” di Chieri con “Brezaia” dell’Università di Arte di Iasi “Gorge Enescu” (giugno 2006), 
  • il coro „Psalmodya Transilvanica” di Cluj (novembre 2006), 
  • il coro maschile „Corul Barbatesc” di Finteusu Mare (novembre 2007) ed 
  • il coro di bambini „Allegretto” di Bucarest. 
  • “Fiore all’occhiello” lo spettacolo tatrale “O seara la Tanase” che ha portato al Teatro Nuovo di Torino oltre mille spettatori per applaudire stelle del calibro di Stela Popescu ed Alexandru Arsinel, e 
  • la manifestazione “Floarea Tineretii” (giugno 2009) che ha permesso l'esibizione a Chieri ed a Torino in Piazza Castello di due gruppi folcloristici composti da circa 80 ragazzi provenienti dalla Bucovina e dal Maramures. 

 

Numerose ed apprezzate sono state le collaborazioni con la Città di Chieri e con l’Ufficio Cultura della Biblioteca, e forti le azioni per dare alla comunità romena di Chieri la possibilità di professare liberamente la propria confessione religiosa Ortodossa con l’apertura della Parrocchia nella centralissima Piazza Mazzini.

Senza dimenticare l’impegno in ambito sociale a favore dei soggetti svantaggiati ed il sostegno prestato alle famiglie in difficoltà, alle iniziative in campo umanitario ed assistenziale come ad esempio la campagna “un letto per gli ospedali in Romania” che ha portato 90 letti di ospedale nelle strutture sanitarie romene, oppure alle cene di solidarietà.

Davvero impressionante scorrere l’elenco fitto di questi sette anni di attività per quella che può essere considerata la prima Associazione Italo-Romena ONLUS nata a Torino. Sono stati approvati e finanziati progetti dal MAE (Ministerul Afacerilor Externe) e si è avuto accesso ai Fondi Regionali Europei con i quali sono stato organizzati corsi di informatica di base, project management e leggi in materia di immigrazione.

Da quattro anni a questa parte l’Associazione sta lavorando in collaborazione con l’Associazione “Meccaniche Artistiche” al progetto multidisciplinare “Vlad” finalizzato alla realizzazione di una coproduzione italo-romena, un “musical” incentrato sulla vera storia del principe Vlad III Tepes. Nell’ambito di questo progetto è stato firmato un accordo di partenariato con l’Università Ovidius e con il Teatro di Opera e Balletto di Constanta. Accordo che ha portato nel mese di aprile a Torino 12 ragazzi iscritti all’ultimo anno della Facoltà di Teatro, ragazzi che hanno messo in scena due spettacoli (uno in italiano ed uno in romeno) finalizzati a raccogliere fondi e giocattoli da destinare ai bambini disabili ospiti dell’Ospedale e dell’orfanotrofio di Constanta. Il frutto di questa raccolta sono stati quasi 800 euro e 35 chilogrammi di giocattoli che sono stati consegnati in occasione della Pasqua il 24 aprile. Il Progetto Vlad ha il patrocinio della Città di Chieri, della Regione Piemonte, dell’Ambasciata di Romania, del Consolato di Torino ed è stato presentato il 7 maggio all’Accademia di Romania in Roma.

Altra iniziativa è il “Gran Tour della Romania”, un viaggio che ha portato 31 italiani in Romania dall’1 all’11 luglio a scoprire le meraviglie di questa terra, per promuovere la vera immagine della Romania. Sullo sfondo anche l’idea di creare un’importante sezione in lingua straniera presso la Biblioteca di Chieri, perché la Biblioteca è il vero luogo di incontro del sapere e delle culture, biblioteca alla quale l’Associazione è pronta a donare quasi 500 volumi in lingua romena.

Grazie alla sede si potrà migliorare ancora la qualità e l’organizzazione dei servizi offerti e per poter sviluppare adeguati azioni in ambito sociale, come ad esempio offrire alla comunità romena un punto di incontro e di ascolto, oltre che di orientamento per questioni legate alla casa, al lavoro, ai problemi legati all’immigrazione. “Quella romena è la comunità straniera più numerosa presente sul territorio e crediamo sia fondamentale adoperarsi affinchè si raggiunga la massima collaborazione in ambito economico, sociale e culturale accanto a quella dell’educazione civica” afferma Maria Boroianu, Presidente dell’Associazione” che aggiunge: “ Vogliamo costruire una vera cultura del volontariato ed aiutare i nostri concittadini a sentirsi sempre di più una comunità unita che non perde la propria identità ma che al tempo stesso è parte integrante di una nuova realtà”.

L’Associazione Ovidio: un gruppo di volontari con competenze crescenti che collabora con le Istituzioni e che gratuitamente si mette a disposizione della comunità Romena. L’unica reale forma di finanziamento per realizzare tutte queste iniziative sono le quote annuali dei soci: se vuoi sostenere l’Associazione la quota associativa annuale è di soli 15 euro. Se vuoi mettere a disposizione della comunità una piccola parte del tuo tempo, se vuoi imparare cose nuove o se hai delle idee da proporre contattaci, abbiamo bisogno di te!

Ultimo aggiornamento Domenica 13 Maggio 2012 10:06  

Sondaggi

Quale gruppo di musica romena vorreste avere a Torino?